16 giugno ore 18 a Sant’Arcangelo Trimonte presentazione libro “Trivelle d’Italia”

manifesto Codisam trivelle d'italia

Dal 14 al 16 giugno Pietro Dommarco, giornalista ed autore del libro-inchiesta “Trivelle d’Italia – Perché il nostro paese è un paradiso per petrolieri”, sarà a Benevento. Una tre giorni, articolata in varie tappe, che permetterà all’autore di far conoscere il suo libro in alcuni paesi della Provincia di Benevento, in particolare in quelli interessati dai progetti di ricerca petrolifera. L’iniziativa è stata promossa dal Coordinamento No Triv Sannio, che continua così la campagna di informazione e sensibilizzazione
sui temi delle ricerche e delle trivellazioni petrolifere e sui danni che esse provocano.
Nel dettaglio ecco le tappe del tour di presentazione del libro “Trivelle d’Italia”
– 14 giugno a Pietrelcina, ore 18.00 presso l’aula consiliare, organizzato dal comitato NO-TRIV Tammmaro;
– 15 giugno a Benevento, ore 18 Benevento, presso Circolo Virtuoso Bukò (via Stanislao Bologna, 30), organizzato dal coordinamento NO-TRIV Sannio;
– 16 giugno ad Apice, ore 10.00 presso il centro sociale, organizzazione a cura dalla PRO LOCO;
a Sant’Arcangelo Trimonte, ore 18.00 presso il salone parrocchiale organizzato dal comitato CODISAM.
Il libro di Dommarco, un testo di circa cento pagine, edito da Altreconomia, con prefazione curata dal geologo Mario Tozzi, presenta un’attenta analisi della situazione italiana che vede le multinazionali del petrolio libere di perforare la terra e i fondali marini con bassi costi e con l’avallo di leggi tolleranti.
“Le mani dei petrolieri in Italia sono sporche di greggio, ma libere. Libere di perforare la terra e i fondali marini italiani, con royalties minime e con l’avallo di leggi tolleranti”, spiega Pietro Dommarco, autore del libro “Trivelle d’Italia”. Nel nostro Paese, infatti, le percentuali di compensazione ambientale sono tra le più basse al mondo: per questo, oggi in Italia sono centinaia le concessioni e 1.010 i pozzi produttivi in terraferma e in mare.
“Trivelle d’Italia” racconta infatti di come il nostro paese sia diventato una gruviera, “buchi” che hanno portato pochi vantaggi ai territori, poca occupazione e infiniti danni per l’ambiente. Un’analisi che scende in profondità e percorre numeri e storie dei piccoli Texas italiani, dalla Basilicata alla Pianura padana, dal mare della Sicilia a Porto Marghera, tra amministrazioni compiacenti e rifiuti tossici. Un testo importate ed essenziale alla luce dei progetti di ricerca che riguardano gran parte del territorio sannita e che rischiano ancora una volta di danneggiare l’ambiente e l’habitat delle aree interne della Campania.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...