Comunicato Stampa Codisam incontro del 1 dicembre 2008 con le istituzioni

In data odierna (01 Dicembre 2008) si è tenuta in Sant’Arcangelo Trimonte un’assemblea pubblica, organizzata dal Codisam e dall’Associazione Terra e Libertà, dedicata ai temi relativi alla discarica sita in contrada Nocecchia e al relativo impatto ambientale, sociale, sanitario ed economico della stessa. All’assemblea erano presenti: L’Assessore all’Ambiente (Gianluca Aceto) della provincia di Benevento, Il Sindaco di Sant’Arcangelo Trimonte (Aldo Giangregorio) i componenti la Commissione Comunale di Controllo sulla discarica (per la quale ha preso la parola il dott. Vincenzo Briuolo). Il Codisam e L’Associazione hanno presentato alle Istituzioni presenti le seguenti problematiche:
1) Espropriazione da parte dei poteri commissariali delle prerogative di gestione e controllo delle istituzioni democraticamente elette e gestione dell’emergenza rifiuti attraverso il costante ricorso alle deroghe alla legge.
2) Mancato risarcimento degli espropri e mancato intervento a risarcimento del danno economico che ha colpito le aziende agricole operati in zona.
3) Questioni riguardanti il campionamento di un mezzo di trasporto risultato fortemente inquinato da benzopirene.
4) Riscontri circa possibili scarichi di rifiuti inquinanti in discarica e conseguente richiesta di un monitoraggio chimico e di laboratorio sistematico.
5) Abbancamento dei rifiuti in eccedenza rispetto a quanto previsto e autorizzato dai collaudi (130 mila tonnellate previste per lotto uno ne sono state abbancate più di 200 mila).
6) Collaudo parziale del secondo lotto e presa in carico da parte del comune in assenza di opportuna documentazione della variante effettuata e in assenza del parere favorevole della Commissione Comunale.
7) Partecipazione della Provincia alla commissione di Controlo attraverso la presenza di un chimico.
8) Convenzione con un laboratorio chimico.
9) Monitoraggio ambientale delle aree prospicienti la discarica attraverso un intervento concertato tra Comune e Provincia.
10) Sicurezza sul cantiere. (Maggiori garanzie per la salute e l’incolumità fisica di chi, oltre a operare in un ambiente malsano, lavora su un versante scorsceso mentre si effettuano le operazioni di sversamento rifiuti, creando di fatto una sovrapposizione di più attività di cantiere).
11) Presenza di ratti inconsueta, ratti che potrebbero creare patologie nuove al nostro territorio.
12) Richiesta intervento Arpac e Asl.
13) Richiesta di un incontro con gli Assessori Provinciali e Regionali alle attività produttive.

Il Comune di Sant’Arcangelo Trimonte e la Provincia si impegnano in collaborazione con il Codisam e L’associazione Terra e Libertà alla stesura di un protocollo d’intesa volto a garantire, come già richiesto dall’Assessorato Provinciale all’Ambiente, un massiccio piano di monitoraggio ambientale (Acqua, Terra, Aria) volto alla tutela della salute dei cittadini del comune di Sant’Arcangelo e dei Comuni limitrofi e alla salvaguardia delle attività produttive. Sulla base di tale protocollo si impegnano a chiede un incontro immediato ed urgente con il Commissariato di Governo per l’emergenza rifiuti e con il Prefetto di Benevento.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...