Domani mercoledì 22 Ottobre alle ore 19,30 presso lo svincolo tra SS 90 bis e strada di collegamento alla discarica (cont. Nocecchia), sarà organizzata una fiaccolata in memoria di Pasquale Russo


Il CODISAM e l’associazione TERRE E LIBERTA’ esprimono il proprio cordoglio per la terribile sciagura che ha colpito la famiglia del giovane Pasquale Russo. Da pochi mesi il geometra muoveva i primi passi nel difficile mondo del lavoro, non immaginando che la costruendo discarica di Sant’Arcangelo Trimonte avrebbe segnato la fine delle sue speranze e dei suoi sogni.  Non si può perdere la vita a diciannove anni, non si può morire su un luogo di lavoro, non si possono fare sacrifici, impegnarsi duramente per costruirsi un futuro, e, improvvisamente, in un polveroso e caldo pomeriggio d’autunno, perdere tutto.

 

Anche se la dinamica dell’´incidente è tutta da ricostruire, quello che è successo a Pasquale non è giustificabile, non è comprensibile. Nessuna emergenza, per quanto preoccupante e incalzante essa sia, può portare alla morte di un ragazzo in un cantiere .I suoi sogni e il suo futuro schiacciati sotto il peso della ruspa che lo ha travolto. Si può definire questo “incidente sul lavoro”? Si, forse. Ma è troppo semplicistico, come si apprende dagli sfoghi di rabbia che aleggiavano in discarica dopo il nefasto evento. Lavoro ininterrotto da mesi,  perchè la monnezza si deve togliere dalle strade, se no poi come si fa dire che Napoli è pulita. Poche pause di riposo, pressione tanta. Il Commissariato che preme, incita ad ultimare i lavori, prima che sovvengano altri problemi, altre crepe nel terreno. Deve fare bella figura con l’opinione pubblica, non importa che chi scava a contrada Nocecchie si ammazzi di fatica,  con ritmi di lavoro frenetici, con ansia e pressioni dall’alto che premono sempre, che incitano a lavorare sempre di più, perché qualcuno ha dato un termine, perché si temono rivolte o il precipitare degli eventi. In queste assurde condizioni di lavoro, l’incidente umano è inevitabile.

Ma tanto nessun problema: per chi comanda, le nostre vite valgono meno di zero.  A soffrire saranno solo le famiglie delle vittime di questa tragica circostanza.

Se si pensa poi che questa sciagura è avvenuta  in un sito controllato direttamente dallo Stato,  non può salire ancora di più lo sdegno e l’amarezza. Lo Stato che nel nostro pensare è identificato come il garante delle regole, ha di fatto creato una situazione di non democrazia, che pone interrogativi inquietanti sui livelli di sicurezza presenti nelle discariche e nei siti di gestione dei rifiuti. Inoltre le regole spesso cambiano nella loro applicazione a seconda del contesto in cui si opera. In questo caso, infatti, il contesto è l’emergenza rifiuti e la parola d’ordine non è verificare la sicurezza dei lavoratori bensì realizzare rapidamente le opere, magari anche a rischio della vita.La scelta del governo di considerare tali siti di interesse militare impedisce, per esempio, l’accesso alle organizzazioni sindacali, non permette di sapere se vi è la presenza del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza di sito, se sono state rispettate tutte le norme in materia di sicurezza, quante ore di lavoro vengono effettuate e se vi è l’applicazione delle minime garanzie dei diritto del lavoro. La necessità di dover garantire lo smaltimento dei rifiuti non deve essere confusa con l’abbassamento delle tutele e della dignità dei lavoratori.

 

Il CODISDAM e l’associazione TERRE E LIBERTA’ non vogliono dimenticare il giovane Pasquale e il dolore della sua famiglia. Domani mercoledì 22 Ottobre alle ore 19,30 presso lo svincolo tra SS 90 bis e strada di collegamento alla discarica (cont. Nocecchia), sarà organizzata una fiaccolata in memoria di Pasquale Russo, alla quale sono invitati a prendere parte tutti, perché non si può far finta di nulla o etichettare come incidente, la morte in un cantiere dello Stato,  di un ragazzo di 19 anni, la cui unica colpa era quella di voler lavorare per crearsi un futuro con il sudore della fronte, ma ancora una volta, l’emergenza venuta da lontano, ha infranto tutti i sogni. La fiaccolata avrà termine con un momento di preghiera presso la discarica.

   Co.di.s.am

comitato difesa salute e ambiente

82021 Sant’Arcangelo T.

      Benevento

    e-mail: codisam@libero.it

               www.codisam.wordpress.com

                339-6494034 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...