Qualità dell’ambiente: Benevento è quartultima in Italia

Benevento “scala” due posizioni nell’annuale classifica sull’ecosistema urbano, stilata da Legambiente e pubblicata oggi sul “Sole 24 Ore”. Dal 102° posto dello scorso anno, il capoluogo sannita passa al 100° anche se si conferma ultimo in Campania. Dall’indagine, però, emerge un elemento positivo: Benevento è prima per l’installazione di pannelli fotovoltaici sugli edifici comunali. Benevento sale sul podio, insieme a Campobasso, Matera e Potenza, per quanto riguarda i consumi elettrici per uso domestico. 

Come dodici mesi fa, il primato spetta a Belluno mentre maglia nera è Frosinone. Nella classifica generale, il Mezzogiorno rimane indietro visto che occupa 15 delle ultime 20 posizioni. Dal rapporto emerge che migliorano i risultati della raccolta differenziata dei rifiuti, ma si torna a produrre più spazzatura.

Il parco auto si rinnova ma cresce ancora il numero di vetture in circolazione. L’utilizzo più intenso dei mezzi pubblici si riscontra nelle grandi città. Va meglio per le emissioni di biossido di azoto e peggio per quelle di ozono. La ricerca, giunta alla quindicesima edizione, è basata su 125 parametri ambientali, raccolti sulla base di questionari e interviste ai 103 comuni capoluogo di provincia e di altre fonti statistiche.

Questi sono stati sintetizzati in 26 indicatori di qualità ambientale, riconducibili a tre macro-classi: il carico generato sull’ambiente dalle attività umane, gli indicatori di “stato” relativi alla qualità dell’ambiente fisico e la qualità delle politiche dell’amministrazione pubblica. A questi 26 parametri si aggiunge, come in passato, la capacità di risposta della Pubblica Amministrazione al questionario inviato da Legambiente.

 

Pubblichiamo un quadro sintetico dei 26 indicatori riguardanti Benevento nell’ambito del rapporto “Ecosistema urbano 2009” stilato da Legambiente e pubblicato oggi da “Il Sole 24 Ore”. 

RIFIUTI
Nella produzione pro capite di rifiuti urbani Benevento si attesta al 13° posto perdendo una posizione rispetto allo scorso anno. Nella classifica della raccolta differenziata (quota percentuale di frazioni recuperabili sul totale dei rifiuti prodotti) il capoluogo sannita si ferma al 78° scendendo di tre posti in confronto all’anno scorso.

TRASPORTI
Benevento è 37° nella classifica dell’incidenza delle vetture (si calcolano le auto circolanti per ogni 100 abitanti), 76° nella qualità del parco auto, 33° nell’utilizzo del trasporto pubblico, 25° nella disponibilità di bus, metro e tram, 85° per le emissioni dei mezzi pubblici (anidride carbonica, in grammi, emessa in un anno per passeggero trasportato). 

AMBIENTE
Il capoluogo sannita è 22° per le isole pedonali, 24° per le zone a traffico limitato, 88° per il verde urbano fruibile, 80° per l’estensione del verde (superficie aree verdi sul totale della superficie comunale) e 54° per le piste ciclabili. 

ARIA
Nella classifica riguardante la media dell’emissione di polveri sottili, Benevento è al 38° posto. Peggio la situazione per le emissioni pericolose: il capoluogo sannita è all’80°. Per quanto riguarda il rischio ozono non ci sono dati perché l’Amministrazione non ha fornito informazioni in merito. 

ENERGIA
Benevento conquista la prima posizione nella classifica sull’utilizzo del solare fotovoltaico mentre è al terzo sul consumo elettrico annuo per usi domestici. Buone notizie anche sul fronte del consumo annuo di benzina e diesel pro capite: Benevento è al 6° posto. 11° per i kilowatt di biomasse installati ogni mille abitanti, 48° per il solare termico (metri quadrati installati su edifici comunali ogni mille abitanti), 23° per il teleriscaldamento. Nel quadro sintetico delle politiche energetiche, il capoluogo sannita si colloca al 55° posto. 

ACQUA
49° posto per Benevento nei consumi idrici pro capite, 56° per la dispersione di acqua, 100° per la capacità di depurazione, 84° per il contenuto medio di nitrati nell’acqua potabile.

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E AZIENDE
Il capoluogo sannita è 73° per il marchio di sostenibilità, 49° per la pianificazione e la partecipazione ambientale, 22° per l’eco-management nell’ente locale (indice sintetico composto da uso carta riciclata, auto ecologiche, presenza di mobility manager e noleggio bici), e 7° per la capacità di risposta ai quesiti posti nell’indagine.

Fonte : http://www.ilquaderno.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...