Brutta avventura per un agricoltore di 21 anni che improvvisamente ha perso conoscenza. I medici del ‘Fatebenefratelli’: intossicazione da esalazione. Preoccupazione tra la popolazione

Brutta avventura per un agricoltore di Sant’Arcangelo Trimonte. Si tratta di un ragazzo di appena 21 anni la cui famiglia è proprietaria dei terreni che si trovano di fronte alla discarica di contrada Nocecchie. Oggi pomeriggio, il ragazzo si è recato nei campi per svolgere alcuni lavori.
Ad un certo punto ha perso conoscenza. Lo svenimento è stato dovuto ad intossicazione per esalazione, come è stato certificato, dai medici del pronto soccorso dell’ospedale Fatebenefratelli di Benevento. Praticamente, secondo quanto dichiarato dal 21enne, dalla discarica si sono levati delle esalazioni nocive che il vento ha poi portato verso il suo terreno procurandogli lo svenimento. I medici lo hanno giudicato guaribile in dieci giorni e poi lo hanno rimandato a casa raccomandagli di non esporsi più a queste esalazioni nocive. La vicenda è abbastanza preoccupante perché il vento potrebbe spingere le esalazioni anche verso il vicinissimo paese. Occorre, quindi, che al più presto l’Arpac e la struttura commissariale effettuino i dovuti controlli per tranquillizzare la popolazione del piccolo centro sannita.

Fonte:www.82100.it

Annunci

One thought on “Brutta avventura per un agricoltore di 21 anni che improvvisamente ha perso conoscenza. I medici del ‘Fatebenefratelli’: intossicazione da esalazione. Preoccupazione tra la popolazione

  1. Forse qualcuno non ci credeva, aspettava le prove di quanto detto in questi mesi, non solo dal Codisam, ma da luminari della scienza e della medicina: la discariche sono nocive per la salute. La brutta vicenda che ha colpito il giovane agricoltore è la tangibile prova di questa cruda realtà, è il triste e segnato destino degli abitanti di Sant’Arcangelo. Purtroppo niente di nuovo, tutto era stato ampiamente previsto. Se alle manifestazioni promosse dal Codisam e alle quali hanno partecipato per ben due volte studiosi dell’assise, medici ed oncologi, alle quali, ahimè, molto scarsa era la presenza della popolazione locale, tutti avrebbero appreso i danni provacati alla salute dalle esalazione dei rifiuti, del velenoso percolato che si sprigiona dalla loro combustione, e che la puzza non è altro che il sintomo del male, è l’odore delle nanoparticelle che penetrano nell’organismo e si legano al dna, cambiando la nostra salute per sempre. Non ci meraviglieremo, un domani,se il popolo di sant’arcangelo sarà decimato da tumori. E l’amministrazione comunale che fa? Zittisce le bocche con posti di lavoro a rischio per la salute, pensa ai benefits, scambia la mera informazione con campagna politica. Bene, interessarsi e lottare per difendere la salute di tutti è politica, allora ben venga questo tipo di politica. Dato che quella a cui assistiamo nel comune di sant’arcangelo non si sa come definirla…di certo, no politica..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...