S. Arcangelo verso lo stop Si va a Casalduni?

Si fa ormai sempre più probabile l’evenienza di uno stop nei prossimi giorni ai conferimenti nella discarica di Sant’Arcangelo Trimonte.
La prima vasca dello sversatoio di Nocecchia è vicina alla saturazione è dovrebbe avere un’autonomia non superiore ai 15 giorni, pur ricorrendo a qualche sovrabbancamento come accaduto per la prima vasca. Un lasso di tempo che però non pare sufficiente al completamento della seconda vasca dell’impianto santarcangiolese, interessata da un movimento franoso che ha comportato un rallentamento nei lavori e che deve ancora essere sottoposto a un monitoraggio più preciso. I sondaggi relativi alla zona a monte e a valle della seconda vasca dovrebbero cominciare questa mattina, ma già ieri la ditta specializzata che effettuerà i rilievi ha raggiunto Nocecchia.
Come sopperire al sempre più probabile stop dell’impianto santarcangiolese? La ‘Mito’, la struttura diretta da Guido Bertolaso, sta valutando da giorni le varie possibilità cui ricorrere per tamponare la ‘mini emergenza’ che si profila all’orizzonte.
Bocche cucite e soluzioni chiaramente ‘top secret’, ma non si esclude che il possibile escamotage possa essere rintracciato in una vecchia conoscenza del panorama sannita: il Cdr di Casalduni.
Dopo essere stato parzialmente liberato dalle ecoballe che ostruivano i piazzali, l’impianto è oggi nelle condizioni di poter fungere da temporanea valvola di sfogo. Nei giorni scorsi il sito casaldunese ha già operato per limitati quantitativi di rifiuti provenienti dal Napoletano.

fonte: Il Sannio quotidiano

Annunci

One thought on “S. Arcangelo verso lo stop Si va a Casalduni?

  1. Ho sentito l’intervento del “primo cittadino” di Sant’arcangelo a Radiocity su radio uno il 22.08.08.
    Era intervistato da Mensurati ed in diretta era presente anche Bertolaso.
    Non ha proferito parola sulla frana e si è compiaciuto del ristoro economico dato alla comunità, dell’ottimo rapporto con le strutture commisariali ecc, ecc…..ma allora mi chiedo perchè non evidenziare il rischio legato ad una possibile ed imminente frana, perchè non evidenziare la mancanza della VIA, perchè non evidenziare la presenza dell’elettrodotto ad una distanza inferiore a quella di legge,….perchè,…perchè,…..perchè……
    Sono tante le domande e le riflessioni che noi tutti ci poniamo ma, evidentemente, siamo soli!!!

    Complimenti davvero!!
    Ha ragione il prof di Napoli… è meglio tacere almeno così si controllano gli animi ….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...